Castello di Pergine

Costruito nel XII secolo, l'antico fortilizio controllava la strada per Trento e lo sbocco nella piana del perginese della Valle dei Mocheni, ricca di giacimenti minerari.

[ Chiara Tomasoni ©]

L'imponente Castello di Pergine domina, da un isolato dosso, l’antico borgo sottostante e l'alta Valsugana, da Civezzano al lago di Caldonazzo. Costruito nel XII secolo, l'antico fortilizio controllava la strada per Trento e lo sbocco nella piana del perginese della Valle dei Mocheni, ricca di giacimenti minerari.

Il castello era da tempo feudo vescovile quando nel 1256 fu espugnato ed incendiato dalle truppe di Ezzelino da Romano. Appartenne ai duchi d'Austria e nel 1531 passò al principe vescovo di Trento, Bernardo Clesio.

Già dal XV secolo, perso ogni interesse militare, il Castello di Pergine fu interessato da alcune ristrutturazioni volte soprattutto allo sviluppo del nucleo abitativo e degli spazi di rappresentanza.

Oggi di proprietà privata è sede di un albergo e ristorante.


Periodi d'apertura: da 2 aprile al 9 novembre 2015


accessibile a persone con disabilità

apertura

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
17:00-22:00 10:30-22:00 10:30-22:00 10:30-22:00 10:30-22:00 10:30-22:00 10:30-22:00

Note sull'accessibilità del sito

Parcheggio con pavimentazione a tratti sconnessa, in ghiaino, asfalto ed erba. Accesso al Castello con rampa in sasso ed ardesia lunga 40 metri e con pendenza media del 16,6%. I gradini indicati si trovano all’interno del Castello. I servizi igienici sono preceduti da rampa lunga 63 cm, con pendenza dell’11,6%. Il giardino del Castello con percorsi a pendenze variabili, ospita parte delle installazioni.